SEO On-Page e Off-Page: Qual è la differenza?

16th Nov 2022

Tempo di lettura: 5 minuti

Oggi le persone si aspettano di trovare quello di cui hanno bisogno tra le prime posizioni dei risultati dei motori di ricerca.

Per far sì che il tuo sito web compaia in cima alla lista serve però una solida strategia SEO, che prenda in considerazione sia elementi on-page che off-page. Ma qual è la loro differenza?

Per farla semplice:

  • Attività sul tuo sito Web = SEO on-page
  • Attività su altro sito/piattaforma o sui motori di ricerca = SEO off-page

Vediamo però ora nel concreto di cosa si tratta quando si parla dei due approcci.

Sommario

 

Che cos'è la SEO on-page?

La SEO on-page è una tecnica che consente di ottimizzare le singole pagine web, per posizionarsi più in alto ed ottenere più traffico sui motori di ricerca, tramite una serie di misure attuate all’interno del sito web. Questo permette di:

  • Semplificare l’interpretazione delle pagine web da parte dei bot dei motori di ricerca
  • Aumentare la visibilità del sito web e la posizione nei ranking di ricerca
  • Offrire anteprime click-through agli utenti finali accurate ed allettanti
  • Massimizzare la qualità dei contenuti e le performance della pagina

Ma quali sono i fattori chiave della SEO on-page?

Fattori On-page
  • Contenuto. Questo è sicuramente l’elemento più importante. Se il contenuto, infatti, non è ben ragionato, ben scritto e prezioso per i visitatori, la frequenza di rimbalzo rimarrà alta e gli altri elementi di ottimizzazione serviranno a gran poco. Un buon contenuto è la chiave per comunicare a Google di cosa parla la pagina, posizionarla online e far rimanere gli utenti sul tuo sito web.
  • Keyword. L’ottimizzazione delle parole chiave è la pietra miliare della SEO e permette a Google di mostrare la pagina a coloro che cercano quelle parole. In questo caso è importante che le keyword siano pertinenti al prodotto/servizio che offri e al contenuto presente sulla pagina web per comparire sulle ricerche degli utenti.
  • Tag Title. Un tag title è semplicemente un codice HTML che ti consente di assegnare un nome o un titolo ad una pagina. Questi titoli vengono visualizzati nella barra del browser e nelle SERP, rendendo il tag title uno dei fattori SEO più importanti sulla pagina, dopo il contenuto effettivo. Scegli, quindi, le tue parole con saggezza!
  • Meta Description. Una meta description è un breve riassunto (massimo 155-160 caratteri) del contenuto di una pagina web. Esse vengono visualizzate come parte di uno snippet SERP e in genere sotto un titolo in un post social per aiutare gli utenti a capire in che modo i tuoi contenuti sono rilevanti e per incoraggiare i clic.
  • griglia

  • Alt Text. L’alt text o tag alt è una breve descrizione scritta di un’immagine presente su una pagina web. Essa viene visualizzata nel momento in cui un’immagine non viene caricata correttamente e consente ai motori di ricerca di comprendere meglio il contenuto della pagina nel momento della scansione.
    Il tag alt è, inoltre, utilizzato dagli strumenti di lettura dello schermo per descrivere le immagini agli utenti ipovedenti.
  • griglia

  • SSL/HTTPS. La sicurezza dalla pagina è diventata più importante che mai ed abilitare la tecnologia di sicurezza Secure Sockets Layer (SSL) è fondamentale per migliorare non solo l’affidabilità della pagina web, ma anche la sua visibilità. Google, infatti, penalizza i siti non sicuri nei risultati di ricerca e premia quelli che lo so, posizionandoli più in alto nei risultati.
  • Vuoi saperne di più sui protocolli di sicurezza
  • Struttura dell'URL. Una struttura dell’URL organizzata consente ai motori di ricerca di eseguire facilmente la scansione da una pagina all'altra del tuo sito Web e di rende la navigazione più efficiente per i visitatori. Gli URL contenenti keyword che riflettono le pagine a cui indirizzano e sono facili da capire hanno maggiori probabilità di guadagnare clic. Essi dovrebbero essere relativamente brevi, utilizzare la parola chiave principale per quella pagina e omettere le parole ridondanti.
  • Link interni. I collegamenti interni tra le pagine dei siti web sono un altro fattore importante della SEO on-page. Essi, se ben strutturati, aiutano i motori di ricerca nella scansione del sito e a mantenere i visitatori coinvolti più a lungo.
  • Performance della pagina. Anche le performance delle pagine web sono un fattore di ranking on-page importante. I motori di ricerca valutano, infatti, la velocità di caricamento e le altre performance generali come un fattore chiave per il posizionamento. Pertanto bisogna prestare attenzione alle dimensioni e al peso delle immagini, alla quantità di reindirizzamenti e alla reattività sui dispositivi mobile quando si realizza una pagina web.
  • Mobile Responsiveness. Avere un sito web ottimizzato per i dispositivi mobile non è solo importante per l’usabilità degli utenti, ma anche per la SEO. Google utilizza, infatti, prevalentemente l'indicizzazione mobile-first, il che significa che privilegia i contenuti della versione mobile rispetto a quelli desktop per l'indicizzazione e il posizionamento delle pagine.
  • Schema Markup. Il Markup Schema è un vocabolario di dati strutturati che aiuta i motori di ricerca a comprendere meglio le informazioni del tuo sito web. Inserendoli all’interno delle tue pagine puoi aiutare Google a comprenderne il contenuto e a posizionarlo, migliorando ed aumentando la loro comparsa nei risultati di ricerca.
  • Scopri come utilizzare i Markup Schema nel tuo sito web
Che cos'è la SEO off-page?

L’ottimizzazione off-page si riferisce a tutte quelle tecniche che possono essere utilizzate per migliorare la posizione di un sito web o di una sua pagina nei risultati di un motore di ricerca con attività su altri siti o sui motori di ricerca.

A differenza della SEO on-page, questa non è completamente sotto il tuo controllo, perché dipende da fattori e attività svolte esternamente al tuo sito web.

Per capire meglio di cosa si tratta vediamo i suoi fattori chiave.

Fattori off-page
  • Backlink e Link Equity. I backlink, o più in generale Link Equity, sono senza dubbio il fattore più importante della SEO off-page perché più siti legittimi si collegano ai tuoi contenuti, maggiore è l'autorità del dominio che Google concede al tuo sito e, di conseguenza, il posizionamento.
    Per ottimizzare le proprie pagine molti marketer utilizzano anche tattiche di link building a pagamento.
    Esistono però diversi approcci organici per la creazione di link che possono essere adottati dalle aziende, come essere presenti su blog ospiti o su pubblicazioni commerciali di settore ed essere linkati dai siti dei partner o di altre aziende del network.
  • Domain Authority. Misurata su una scala da 1 a 100, l'autorità del dominio è un numero che i motori di ricerca assegnano al tuo sito web. La formula è semplice: maggiore è l'autorità di dominio, maggiori sono le possibilità di un posizionamento SERP favorevole.
    Essa è misurata da alcuni fattori diversi, tra cui da quanto tempo hai il tuo nome di dominio (più lungo è, meglio è), la cronologia del nome di dominio, il numero di backlink e il numero di messaggi di errore 404. Assicurandoti d’avere un sito web tecnicamente valido che segua le migliori pratiche SEO, puoi massimizzare l'autorità del tuo dominio e migliorare il tuo posizionamento.
  • Contenuti condivisibili. Abbiamo già detto che il contenuto è il fattore più importante per la SEO ed avere dei contenuti utili, degni di essere ricondirvisi, è uno dei migliori modi per la sua massimizzazione. È anche un modo ideale per generare backlink al tuo sito Web e blog e ottenere il famoso ronzio (buzzing) dei social media.
  • Coinvolgimento sui Social Media. L’utilizzo dei Social Media è un’altra attività che ti permette di amplificare la popolarità del sito web e delle sue pagine web. Inoltre, una forte presenza su queste piattaforme crea anche delle opportunità di backlink.
  • Profili Google. I profili online su siti come Google My Business aiutano a migliorare la SEO, perché ti permettono di fornire velocemente il link al tuo sito web e informazioni come l’indirizzo, il numero di telefono e gli orari di apertura della tua azienda. Inoltre attraverso le informazioni locali, Google sarà in grado di verificare dove si trova l’utente che ha fatto la ricerca, premiando nei risultati quei siti web delle aziende che si trovano nelle vicinanze.

E tu quali strumenti utilizzi per l’attività SEO del tuo sito web?

Voi approfondire l’argomento? Contattaci a [email protected] .

 

Valentina Lovise

Ultime dal blog